1. "Il Graal" scoperto da Rudolf Virchow

GRAL.jpg

 "Il Graal" - scoperto da Rudolf Virchow e colleghi in relazione alla "patologia cellulare".

La "patologia cellulare", la nascita delle scienze mediche. In posizione strategica molto tardiva nella storia umana, mostra il suo potenziale e la sua importanza attraverso il successo nell’ambito delle scoperte, della ricerca, della didattica e della scienza clinica in pochi decenni dalla sua nascita.

Se i notabili del tempo avessero regalato al signor Virchow il "Graal" per il suo 80° compleanno e si fossero congratulati con lui e i suoi colleghi, ciò sarebbe equivalso alla "fondazione di un impero" dal punto di vista politico. Vale a dire che, dal quel momento, la Germania sarebbe stata fuori "pericolo". Molto sfortunatamente, l'importanza della "patologia cellulare" emerse solo nel campo della medicina. La dichiarazione di Virchow "La medicina è politica e la politica non è medicina" ha contribuito a realizzare la tendenza a "chiudere il libro di storia". Se Bismarck e Virchow si fossero sfidati a duello e avessero mancato il colpo come gentiluomini e avessero "vagato" attraverso Berlino ubriachi, ciò avrebbe innescato una ripresa della sensibilità, grazie alla quale sarebbe stato certamente possibile notare che il Graal era stato trovato. "Se", "sarebbe"? Molto bene, perché qui il titolo indica che sono caduto in preda alla felicità di questo sentimento – me lo ha indicato una signora che lavora in campo medico - "La patologia cellulare? Non è forse il Graal?" 
I
 say: The Grail is a perfect present for a patient. And now it is a
medial-kommunikativ Message for all.

Eppure è stato scoperto purtroppo nel 2013. Che cosa potrebbe aver "respirato la Germania nel 1900"? Eppure è lì, nella conoscenza eterna, che il Graal rappresenta un sollievo. Irradia luce e illumina l'ambiente in lontananza. Patetico ed egopatico? No, perché ogni paese e popolo del mondo avrebbe potuto trovarlo. Quindi nazionalista? No, perché persino in Europa, ogni paese lo avrebbe trovato e lo considererebbe un riferimento - il "Graal" è disponibile per tutti. È lì per tutti e tutti possono partecipare e non è "comunismo". Tuttavia, incontrovertibilmente e con una "nota eterna", si legge "nel Graal": “DPB.V&K”  - "Germania Prussia Berlino Virchow e colleghi". Anche l'invidia non è appropriata. L'invidia degli "altri" e l'arroganza, che possono derivare dalla località, si riducono nella proprietà di guarigione del Graal. Di qui l’abominevole frase "il mondo guarirà in Germania" è parafrasata in campo medico e corrisponde a una dignità, che funge da (caloroso) invito per tutti i popoli e le nazioni – "il mondo PUÒ guarire in Germania".

La sua "gloria eterna" non diventa insipida né sparisce, perché il Graal non esime nessuno dal lavoro. Invita a partecipare. A portare medicina e guarigione nei paesi. Ci invita a realizzare qualcosa di nuovo. Le chiese non possono prenderlo in considerazione. Neppure i nobili. Neppure la politica. Neppure i singoli. Si oppone al culto della personalità attraverso la dicitura “e Colleghi”. La parola "cellula" in "patologia cellulare" indica l'individualità assoluta dell'uomo. Non bisogna lavorare con essa e su di essa e non è esclusa dai risultati ottenuti...

Alla luce di ciò, la descrizione "in merito alla scoperta del Graal" è completa… Ognuno osserva se stesso alla sua luce…

Medicina di emergenza ed esame preliminare

Una teoria empirica per rilevare gli attacchi di malattie gravi che si verificano improvvisamente, o un sostanziale cambiamento di carattere (indipendentemente dal tipo) nell'uomo (anche in relazione alla patologia cellulare e sulla base della teoria del disturbo della circolazione sanguigna nel cervello).

Nella descrizione di queste osservazioni, potrebbero essere contenuti dati determinabili in un esame preliminare. Dagli esami preliminari, a propria volta, emergono le statistiche - statistiche cliniche. Per esempio: esistono cambiamenti dei parametri ematici o enzimatici che si verifichino da 14 giorni a sei mesi prima di un infarto cardiaco e che siano ancora sconosciuti o considerati irrilevanti? Valori, che non necessariamente corrispondono a quelli che possono essere determinati, nella sostanza e nella quantità, giorni e ore prima, durante o dopo un infarto cardiaco.

Questi valori osservabili da 14 giorni a sei mesi prima (valori ancora sconosciuti in sostanza e quantità) si correlano a volte con cambiamenti caratteriali o comportamentali che diventano evidenti in un certo momento? Perché? La struttura cellulare del cuore (in un infarto, per esempio) risponde alle variazioni di alimentazione ed eliminazione, reagisce al metabolismo dei tessuti e delle relative cellule nell'ambiente. Le cascate di segnalazione conseguenti determinano le procedure di regolazione di tutto l'organismo e quindi anche del tessuto nervoso. Questo a sua volta imposta cascate di segnalazione e quindi ormoni, enzimi e trasformazione inconscia dei segnali provenienti dal corpo in azione, per adattarsi ai cambiamenti, in questo contesto: nuovo ambiente cellulare cardiaco.

Nella struttura anatomica e cellulare del cervello, tale trasformazione comporta anche processi di comunicazione per esempio con l'anatomia comportamentale (e questo è il "soggetto" per l’input-output CLB ASEI secondo la mia teoria). L'anatomia comportamentale è "controllata" e coinvolta almeno nel processo di informazione, se non interessata.

Ciò può essere osservato nel cambiamento di carattere cospicuo (di qualsiasi tipo). I motivi possono risiedere nel maggiore consumo di ormoni e/o enzimi nel cervello, che vengono prodotti e forniti per adattarsi al nuovo ambiente cellulare del cuore e poi agire di conseguenza. Ora il cervello attiva gradualmente questo lavoro delle cellule nervose e lo elabora inconsciamente. La risposta si basa su una lista delle priorità o sulla peculiarità anatomica del cervello. Tuttavia, non solo l’infarto cardiaco è uno degli stati che creano un elenco delle risposte nell'anatomia del comportamento cerebrale, ma anche ictus, tumori...?

Rudolf Virchow, fondatore della patologia cellulare. ...ha studiato ... attentamente l'anatomia rispetto alle cellule delle diverse regioni cerebrali e alle loro connessioni.

Il disaccoppiamento dell'anatomia delle competenze (FäFerA) dall'anatomia comportamentale (VerA) ha portato allo sviluppo degli esseri umani ed era in linea con la crescita del telencefalo (FäFerA) in contrasto con le altre parti del cervello (anatomia comportamentale, VerA). Ciò ha comportato azioni organizzate, riflessi, memoria, pianificazione, idee (associazioni, immagini mentali). Questo ha escluso l’uomo dalla cerchia degli animali ("uscita" dal "solco delle formiche"). Uno dei motivi è l'aumento eccessivo delle azioni. Mentre l'anatomia delle competenze (FäFerA) cresceva a dismisura, l'anatomia comportamentale (VerA) è rimasta a un livello basso... E non si è evoluta parallelamente ed è rimasta allo stato animale? Nel mio primo libro "Schicht und Gegensatz – die Merkmale des Lebens und das Verhalten des Lebens" (Strato e contrasto - le caratteristiche della vita e il comportamento della vita) ho detto che il comportamento delle persone può essere diviso in diversi strati, di cui il più basso è lo strato del metabolismo e della trasformazione dell'energia - metabolismo e trasformazione dell'energia (principalmente) a scapito degli altri. E per contrasto, il metabolismo e la trasformazione dell'energia (principalmente) non a scapito degli altri...... "Principalmente" significa che qualsiasi trasformazione di sostanza ed energia avviene "a scapito di condizioni interne ed esterne, condizioni, esseri viventi, esseri umani" e in interazione con "non a scapito del sé". Questo in base al tempo (a breve, medio, lungo termine) e alla forza. Ho espresso questo concetto nel mio libro attraverso diverse frecce tra strato e contrasto.Tutti gli altri strati sono basati sullo strato più basso, nell'animale e nel suggestivo pacchetto a strati. Questo strato è sempre in fondo, impostato nel tempo e principalmente a scapito o meno di altri....!

Ecco che cosa significa! A mio parere, qualsiasi confronto tra gli esseri umani e gli animali non è sbagliato artisticamente e forse pure biologicamente, ma non è proprio del tutto corretto. Una pianta è una pianta, un animale è un animale, l'uomo è uomo. Anche se spesso, per quanto riguarda il comportamento delle persone, si dice che "gli esseri umani sono peggio degli animali". Questo cattivo comportamento si basa su altri motivi, piuttosto che sul comportamento e l'anatomia degli animali.

La caccia naturale umana esiste da millenni. La caccia reciproca di animali e piante tra di loro fa parte dell'anatomia comportamentale (VerA) e rimane come caccia natura-essere vivente nell'evoluzione di forze della natura, animali, piante ed esseri umani. Cioè, terremoti, tempeste, "erbivori", "animali pacifici", "predatori". Pertanto, terremoti, tempeste, ecc. ma anche virus, morsi di serpente, tubercolosi, meduse velenose ecc. fanno parte della "caccia" naturale umana. La "caccia all’uomo da parte dell’uomo", però, non può essere classificata come "caccia naturale umana”. Dopo tutto, si tratta di una dipendenza. Dipendenza, perché la caccia all’uomo da parte dell’uomo contrasta con lo sviluppo delle competenze delle persone. La caccia all’uomo da parte dell’uomo è soltanto una forma comportamentale (!) per acquisire potere sulle cose, sugli stati e sulle persone. E il potere ricompensa/corrompe, come altre "cose che danno assuefazione", l'ICH del cervello e l'"ICH del corpo". I circuiti intrinseci della capacità di esagerazione hanno inizio.

Le armi nucleari sono da un lato un'esagerazione della caccia all’uomo da parte dell’uomo in "linea" con l’anatomia delle competenze per proteggersi da essa e, allo stesso tempo, come parte dei mezzi clinici contro questa dipendenza e l'ossessione della religione (qui la fede non è significativa), il nichilismo, l’assenza di cura e la guarigione con l'aiuto dell’anatomia delle competenze. Non è solo status quo dei "poteri", ma uno status quo tra anatomia delle competenze e anatomia comportamentale dell’uomo (a livello mondiale). Ogni tentativo di uscire da questo solco con un maggiore sviluppo dell’anatomia delle competenze è fallito. Qualunque tentativo con la religione e le ideologie e le opzioni alternative e le combinazioni offerte (anche se erano/sono così "ben intenzionate"), con l'arte, la cultura, il lavoro, l'industria, l'esercito, persino con la scienza e la medicina - è fallito prima o poi con la sindrome quasi "altamente infettiva e psicopatica" (nuovo: irregolarmente autistica) di integrazione della caccia all’uomo (diretta / indiretta) da parte dell’uomo e ha portato al trionfo della follia. Il libro di storia è chiuso. La sindrome quasi" altamente infettiva e psicopatica" (nuovo: irregolarmente autistica) ha comportato sistemi specifici nazionali, religiosi, ideologici, economici, politici e di gruppo nel corso degli anni. Al centro, lo strato degli schiavi che lavorano. Tra l'anello degli uomini e questo strato di schiavi che lavorano, c'è una zona occupata (un alone), sul bordo interno ed esterno, dove sono presenti le guardie/i protettori di tutti gli schieramenti politici, compresi gruppi, sette, militari, servizi, ecc. Ciò deriva non solo dalla sindrome quasi "altamente infettiva e psicopatica" (irregolarmente autistica), ma dicendo "noi non vogliamo dimenticare queste cerchie di uomini e donne", lo strato degli schiavi che lavorano e l'"alone" sono guidati e mantenuti dalla sindrome quasi "altamente infettiva e psicopatica" (irregolarmente autistica) di tutte le persone. Il libro di storia è ancora chiuso.

In sintesi: L’anatomia delle competenze è "in ordine" per tutte le persone (a livello mondiale!! (esclusa la grave distruzione dell’anatomia delle competenze). Questo "in ordine" descrive la presenza della durata del talento da .... a ..., cioè da poco a grande talento in queste cose fisiche, atletiche, artistiche, scientifiche, educative, culturali, ecc. Attività e pensiero, azione e manipolazione, ecc. La VerA (anatomia comportamentale) è comunque "non in ordine" per tutte le persone (a livello mondiale)! Questa definizione di intervallo da... a...., vale a dire da leggermente nevrotico, collerico, sovra-adolescenziale, fino alle psicopatologie (vecchia definizione) nuova: irregolarmente autistico, che è il danno più grave fino all'MMMH (caccia all’uomo da parte dell’uomo).

Rudolf Virchow ha parlato di anatomia delle competenze e anatomia del corpo su base scientifica. La scoperta di Rudolf Virchow circa 200.000 anni dopo l'Incarnazione è di per sé una prova che la scoperta scientifica non è esecutiva e può essere dovuta ad un percorso di riconoscimento saltatorio. L’anatomia del corpo è unica e individuale per ogni individuo però! E così ha taluni talenti e varianti nell’anatomia delle competenze. L’anatomia del corpo non è comunque anatomia delle competenze o anatomia del comportamento. L’anatomia del comportamento è una deviazione della circolazione sanguigna durante la pubertà e probabilmente è compromessa e disturbata sin dall'infanzia. Secondo Rudolf Virchow, "tutto deriva dalle cellule" e ciò significa che le cellule sono esseri viventi con tutte le caratteristiche della vita e quindi con un metabolismo, e pertanto secernono i loro prodotti metabolici. Anche le cellule nervose lo fanno. Questi prodotti metabolici vengono rimossi nel cervello attraverso il sistema vascolare e le cellule cooperanti (astrociti, cellule gliali). Tuttavia, nella crescita, ci sono diverse fasi della circolazione sanguigna e quindi diverse portate del flusso di sangue nel cervello. Così, è possibile che i prodotti metabolici risultanti delle cellule nervose non vengano rimossi e si accumulino nel cervello (spazi interstiziali, cellule). Oltre un certo livello di tali prodotti finali metabolici delle cellule nervose, i danni di queste cellule possono verificarsi anche nel cervello. Ciò provoca inizialmente una perturbazione o distruzione dell’anatomia comportamentale. Questo in tutte le persone del mondo, ma in misura differente nei diversi individui.

 

Possono verificarsi disturbi aggiuntivi locali, temporali e individuali (non le cause principali della perturbazione o distruzione dell’anatomia comportamentale), ad esempio, a causa di tossine (droghe, alcool, aree minerarie), traumi (anch’essi non principali cause della perturbazione o distruzione dell’anatomia comportamentale), scuotere bambini, incidenti, colpi alla testa, uso improprio, negligenza, malattie (meningite) (anch’essi non causa principale di perturbazione o distruzione dell’anatomia comportamentale) e altri fattori scatenanti uno "shock minore". Shock minore significa che i suddetti eventi possono inoltre (!) interrompere il flusso sanguigno in modo tale che i prodotti finali metabolici delle cellule nervose si accumulino nel cervello durante la crescita, in aggiunta al disturbo naturale del flusso sanguigno nel cervello. E così compromettono l’anatomia comportamentale in misura ancora maggiore. Quindi le religioni e le filosofie (un tempo e fino ad oggi le religioni sono equivalenti alle filosofie) non sono la causa di sofferenza, angoscia, omicidio, guerra, in quanto effetti principali o solo l'espressione della caccia all’uomo da parte dell’uomo, ma piuttosto, come descritto da Rudolf Virchow (il fondatore della filosofia medica), derivano dalle persone e, come indicato in questa sede, hanno cause fisiologiche e anatomiche in tutti (a livello mondiale).

“VerA” - tutte le persone sono colpite, in fase secondaria l’anatomia delle competenze assume automaticamente il comportamento emotivo dell’anatomia comportamentale e lo trasforma in sentimenti appresi, che poi si mescolano con il comportamento emozionale esistente. L'illustrazione e la separazione di ciò si esprime nella ricerca interiore e nel riesame della propria vita e dell'ambiente immerso nell'assuefazione, nei compromessi, ecc. Anche dal punto di vista umano, la capitolazione di fronte alla laboriosa, ma semplicemente inesatta constatazione, se questo sia ormai un vero e proprio sentimento o un sentimento appreso, è una miscela di sentimenti genuini, appresi, di compromesso, tolleranza, obbligo, pressione e... Allo stesso tempo, sarà visibile negli atti di Virchow, perché Rudolf Virchow non riconobbe l’anatomia comportamentale. E le persone intorno a lui nemmeno. Perché l’affermazione "Tutto nasce dalle cellule" è molto vicina all'oggetto di umanità e di comportamento, ma tende appena verso l’anatomia delle competenze. Così i successori di Rudolf Virchow seguirono la strada indicata da lui, ma solo in termini di soluzione, di "Anatomia delle competenze com'è". Siegmund Freud vide il comportamento nell'anima e poi, sulla base di Rudolf Virchow, in aggiunta all’anatomia delle competenze. Robert Cook, il maestro dell’anatomia del corpo e il creatore della liberazione del corpo dalla caccia all’uomo da parte dell’uomo, realizzò questo solo attraverso l’anatomia delle competenze. A mio parere, la controversia tra Robert Koch e Rudolf Virchow potrebbe basarsi sul fatto che l'immunità umorale e l'immunità cellulare erano appena state scoperte ai tempi di Robert Koch e Rudolf Virchow e furono considerate separatamente. L'interazione dei due sistemi fu determinata negli anni '60. Quando Rudolf Virchow emerse con la patologia cellulare (1859) (basata sul lavoro di Friedrich Günzburg e Robert Remak) e Robert Koch si occupava di siero e sangue, Rudolf Virchow si oppose a Robert Koch, per superare finalmente questo vecchio mito dei succhi. Rudolf Virchow stesso non era naturalmente immune come "il primo e unico capo dell'universo umano", ma anch’egli era colpito dal danno fondamentale dell’anatomia comportamentale. Poiché tutte le persone del mondo hanno almeno la pubertosi. Sì, e anche gli scienziati comportamentali Darwin, Lorenz, Tinbergen si avvicinarono, ma non centrarono esattamente il bersaglio. Ciò era dovuto al percorso saltatorio della conoscenza, ma non era assolutamente necessario. Il libro di storia resta chiuso.

L'influenza o addirittura la distruzione dell’anatomia comportamentale è un problema fisiologico della fase di crescita. Per trattarlo senza farmaci, si può procedere attraverso l’anatomia delle competenze secondo la conoscenza - "l’anatomia comportamentale com’è". La ricerca sulla conservazione della struttura dell’anatomia comportamentale (cellule) deve essere esplorata. I farmaci non possono sostituire queste strutture cellulari, ma solo imitare qualsiasi "distribuzioni materiale" (prodotti cellulari) (vedi Parkinson, nella relazione o interazione Anatomia delle competenze-Anatomia del corpo).

Ora affrontiamo gli effetti del disturbo della circolazione sanguigna, correlati alla crescita nel tessuto nervoso cerebrale in relazione all’anatomia delle competenze e all’anatomia del comportamento. L'accumulo naturalmente indotto dei prodotti finali metabolici di cellule nervose cerebrali e cellule nervose morte viene eliminato e rimosso dal cervello. Ma anche nell'essere normale non è tutto. Anche se il flusso sanguigno cambiasse solo leggermente, molti più prodotti di degradazione rimarrebbero nel tessuto nervoso cerebrale. Un particolare o specifici prodotti di degradazione presentano una o più tendenze a danneggiare le cellule nervose nell'anatomia comportamentale o a interferire con la connessione tra anatomia delle competenze e anatomia comportamentale del cervello. Per quanto riguarda le malattie, ritengo che la distruzione / perturbazione dell’anatomia del comportamento avvenga a causa di un motivo fisiologico, come parte della "malattia di Hirschsprung" (una malattia genetica con coinvolgimento delle cellule nervose) e di miopatie mitocondriali (insufficienza biochimica, catena respiratoria difettosa nel tessuto muscolare scheletrico e nel tessuto cerebrale (!) (encefalomiopatie mitocondriali) (dosi ipossiche, dosi ipossiche ischemiche). Dal libro: "Patologia Speciale e Generale" ....

"Nell'ambito" in questo contesto significa che la distruzione / il disturbo fisiologicamente mediato dell’anatomia del comportamento non è una malattia genetica, perché tutte le persone del mondo hanno il problema dell’anatomia comportamentale (più o meno accentuato). Non è basato su difetti interni delle cellule nervose.

Poiché l'insufficiente eliminazione/scarico di metaboliti e simili è fisiologico. Il danno cellulare, cioè i reperti cellulari microscopici generali e specifici che ne derivano, si riferiscono all’anatomia del comportamento e all'interrelazione con l’anatomia delle competenze.

Descriverei questa interrelazione come segue: se il disturbo dell’anatomia del comportamento osservabile in ogni persona a questo mondo può essere considerato come "normale”, l’anatomia delle competenze è in grado di adattarsi e di "riordinare" i modelli comportamentali ereditari e acquisiti nell’anatomia del comportamento. L’anatomia delle competenze apprende / acquisisce i modelli comportamentali in modo adeguato. Tuttavia, l'acquisizione non è così moderata comunque. Al più tardi nella pubertà, le varie fasi di crescita tra tutti i tessuti avanzano in modo tale che il flusso di sangue nel cervello comincia a fluttuare, colpendo l’anatomia del comportamento (nel contesto sopra). La criminalità giovanile, la ricerca di significato, le emozioni si esprimono attraverso l’anatomia del comportamento, ma gli aspetti fisiologici la disturbano e la distruggono pure. L’anatomia delle competenze non tiene il passo con il riordinamento e si possono sviluppare "malattie mentali" iniziali.

Ma il normale "riordinamento" dei sentimenti dell’anatomia del comportamento nell’anatomia delle competenze porta con sé un cambiamento di coesistenza. Ad esempio, il sentimento di amore non si perde, ma l’anatomia del comportamento perde sostanza o è bloccata e quindi l’anatomia delle competenze assume questa sensazione impercettibile (quando l’anatomia delle competenze ne ha il tempo). Chi ascolta se stesso per vedere se ama ancora il partner, entra in un'impasse o riesce a riflettere – dov’è andato a finire questo sentimento di amore? No, l'abitudine e l'adeguatezza non sono stati concepiti con questo in mente. Perché dopo il riesame, comincia l'"ascolto". Ne deriva l'incertezza che il partner possa accorgersene. Pertanto, la consapevolezza "Oh no, non lo/la amo come facevo un tempo!" innesca uno shock - sebbene si sappia di amare ancora. L'amore potrebbe essere stato perso o indebolito. Ma questo normalmente è dovuto al riordinamento dell’anatomia del comportamento sull’anatomia delle competenze. E a tutte le cose complesse, soprattutto, che insorgono nel corso della vita.

In sintesi: la determinazione della possibile relazione tra la portata sanguigna fisiologicamente variabile nel cervello e le variazioni microscopiche nell'anatomia comportamentale cerebrale.

Apoptotic Patways     Life is Life Cellways     Psychopatic Pathways

Conduce al contrario a un circuito di regolazione irregolare, perché...

Il tessuto nervoso è il tessuto "debole" in quanto non è così denso e non si rigenera rapidamente quanto gli altri tessuti del corpo. Ciò causa una contro-organizzazione, che a sua volta provoca una risposta, che può portare a cambiamenti della struttura cellulare con la degradazione delle sostanze e dei contatti, o a reazioni che vengono poi espresse in malattie "psicologiche". Il tessuto nervoso / cerebrale è limitato in alimentazione ed eliminazione, difesa, "riconfigurazione", dal punto di vista tissutale, fisiologico, temporale.

Descrizioni e citazioni:

Citazione 1:

Oggetto: Teoria delle cellule nervose e / o dei disturbi di associazione delle cellule nervose, dovuti ad accumulo di prodotti di degradazione cellulare (metabolismo cellulare), così come a residui dell'apoptosi delle cellule nervose, a causa dell’eliminazione inadeguata del tessuto cerebrale, sulla base delle fluttuazioni della portata del flusso sanguigno cerebrale, a seguito dei cambiamenti della crescita, dall'infanzia con adattamento del corpo e della circolazione sanguigna. L'accumulo avviene dalla nascita in poi, si arricchisce durante la pubertà e conduce (in tutte le persone nel mondo) alla maturazione incompleta dell'anatomia psicologica (comportamentale) (che ho citato come pubertosi). Intossicazioni, pura esperienza o traumi corporei ecc. possono innescare altri "shock minori" e possono anche interferire con la portata del flusso di sangue nel cervello e sommarsi al "danno di base". La fluttuazione della portata del flusso sanguigno nel cervello, causata dalla crescita e da "shock minori", provoca un accumulo di prodotti metaboliti cellulari e cerebrali, che a loro volta portano a disturbi delle cellule nervose in generale. Questi poi causano singoli "disturbi comportamentali", "pubertosi", "malattie".

Questa teoria è coerente con le seguenti fonti mediche rispetto ai disturbi della portata del flusso sanguigno legati alla crescita: "Le malattie cardiovascolari nell'infanzia e nell'adolescenza" di Hermann Gutheil Thieme, Stoccarda 1990; New York pag. 252 13 Disturbi della regolazione della circolazione sanguigna, Primo paragrafo (senza tabella): Inizio citazione: "Se anche la definizione precisa di ipertensione arteriosa provoca difficoltà nell’infanzia e nell’adolescenza, ciò vale in particolare per la diagnosi di ipertensione". Negli adulti, i valori della pressione arteriosa sistolica inferiori a 105 mmHg sono definiti come ipertensione. Per l'infanzia, non ci sono realmente valori limite per essa che possano essere determinati. In contrasto con le differenze nella gamma ipertensiva, l'ipotensione arteriosa e i disturbi circolatori ipotensivi sono classificati come malattia, solo se accompagnati da segnali e sintomi soggettivi. Nei bambini e negli adolescenti, i disturbi della circolazione sanguigna causati dalla postura eretta (ipotensione ortostatica) sono di grande significato. Questi disturbi di regolazione primaria della circolazione sanguigna, noti anche come sindrome ortostatica idiopatica, sono eziologicamente considerati come l'adattamento ritardato della circolazione allo sviluppo corporeo. Esistono inoltre disturbi di regolazione cardiovascolare, che si verificano secondariamente ad una serie di malattie di altri sistemi organici, o attraverso altri effetti sul sistema cardiovascolare". Fine della citazione

Citazione 2.

Oggetto: Teoria dei disturbi delle cellule nervose a causa di accumulo di prodotti di degradazione cellulare (metabolismo cellulare) e di residui dell'apoptosi delle cellule nervose, dovuti all'inadeguata eliminazione di tessuto cerebrale...

La seguente citazione è suffragata dalla patologia cellulare di Rudolf Virchow e riflette la natura delle cellule coinvolte nella "barriera emato-encefalica". "Anatomia sistematica dell'uomo" Terza Edizione VEB Verlag Volk und Gesundheit, Berlino 1987 2.3. Neuroglia pag. 257 Seconda colonna, ultimo paragrafo e pag. 258 para. 1-3, inizio della citazione: "Le fibre gliali sono le sporgenze delle cellule gliali con le fibrille gliali in esse contenute. Alcune estensioni di queste cellule finiscono con una distribuzione a piede delle pareti dei vasi sanguigni e formano la cosiddetta membrana perivascolare glia limitans ("barriera emato-encefalica"). Gli astrociti protoplasmatici, osservabili soprattutto nella materia grigia del cervello e del midollo spinale, possono essere riconosciuti grazie alle brevi estensioni molto ramificate, posizionate radialmente. Confinano anche con le pareti dei vasi sanguigni e servono al trasferimento di materiale tra le cellule ematiche e nervose, poiché le loro proiezioni toccano anche la superficie delle cellule nervose. Oltre alla funzione di supporto, gli astrociti svolgono compiti sostanziali nei processi patologici del sistema nervoso, perché hanno capacità di fagocitosi e stoccaggio. Inoltre, i difetti del sistema nervoso centrale possono essere compensati attraverso l'aumento della formazione di fibre gliali, che poi porta alla formazione di cicatrici gliali. Gli oligodendrociti hanno un minor numero di estensioni in generale. La base di una cellula può racchiudere diversi neuriti. Essi formano la guaina mielinica delle fibre nervose del sistema nervoso centrale e possono pertanto essere reperiti nella materia bianca. Sono presenti in file tra le fibre nervose. Il termine cellule di Hortega (microglia) viene utilizzato per un gruppo di cellule fusiformi più piccole, importanti per l'eliminazione dei prodotti di degradazione nel sistema nervoso centrale, considerandone la capacità di fagocitosi e stoccaggio. Si possono arrotondare ("cellule granulari") e possono andare in giro come amebe." Fine della citazione.

 

 Citazione 3.

Oggetto: Conclusioni relative alle caratteristiche della crescita della struttura cerebrale, definite dalla patologia cellulare di Rudolf Virchow. "Neuropatologia Clinica" a cura di Jorge Navarro-Cervos e Ron Ferszt Georg Thieme Verlag, Stoccarda New York 1989" 1. Disturbi dello sviluppo e il danno cerebrale neonatale di Ron Ferszt e James Nelson: Il normale cervello maturo dei neonati e i criteri di immaturità" pag. 3 Prima colonna Secondo paragrafo - Inizio citazione: "La valutazione istologica della matrice periventricolare presenta numerosi problemi. Il tessuto è molto ricco di cellule e principalmente occupato da nuclei rotondi con citoplasma scarso e nuclei ipocromatici più o meno marcati. Nel mezzo, ci sono vasi sanguigni con pareti molto delicate e spesso piccole fuoriuscite di sangue. Si tratta di cellule della matrice (cellule germinali, cellule neuroepiteliali), dal terzo sistema al ventricolare, che si dispongono in strati attorno al sistema ventricolare nel 3° e 4° mese fetale. La comparsa di neuroni e glia dalle porzioni laterali della matrice periventricolare è associata alla differenziazione delle cellule nervose e alla loro emigrazione lungo la corteccia cerebrale. I neuroni migranti solitamente non sono in grado di dividersi, a differenza dei glioblasti, che sono leggermente più piccoli e mantengono la capacità di dividersi più a lungo. "Una gran parte delle cellule della matrice sono ridondanti, cioè molte degradano come parte dei "processi di selezione”, poco conosciuti finora, e solo alcune raggiungono la corteccia cerebrale per maturare lì in neuroni definitivi". Fine della citazione

...o forse no, considerando il "gran numero di cellule morenti". Qui, la "filosofia" medica incontra l'astronomia - il conteggio delle stelle e il conteggio dei neuroni –

Per quanto riguarda questa citazione, fornisce le possibilità di descrizioni teoriche della maturazione individuale del cervello. Ad esempio, è possibile che nell'uomo alcune cellule "matrice" non muoiano e che molte raggiungano la corteccia cerebrale, "per maturare là in neuroni definitivi" e che in altre persone più "cellule della matrice" muoiano e quindi solo alcune (come descritto) raggiungano la corteccia cerebrale. Ciò significa che nel caso di "molte più cellule nella corteccia cerebrale", esista una maggiore compattezza, maggiore densità delle cellule che possono essere alimentate e che si possano formare meno dendriti. E quindi, anche in presenza di più cellule, si possa causare un disturbo. Oppure la densità cellulare più elevata provoca un maggiore sviluppo delle regioni ICH/volumi ICH. Questo potrebbe essere un motivo di forme più o meno gravi di "autismo", perché il passaggio di 3 secondi da "riflessione ICH" a "riflessione degli altri" è ritardato (più o meno), o quasi non avviene affatto.

Se solo alcune cellule migrano verso la corteccia cerebrale (come descritto), è possibile che ci sia un aumento della formazione di dendriti, la compattezza sarebbe inferiore e l’alimentazione e l’eliminazione sarebbero migliori e quindi, paradossalmente, le persone (vedi Medicina) con un numero inferiore di cellule migrate nella corteccia cerebrale sarebbero nel gruppo dell’anatomia delle competenze. La "media cellulare" descritta nella citazione può essere la causa del "valore normale" all'inizio della nascita.

Il fenomeno dei 3 secondi, che a mio parere non è solo visivo, secondo me, in relazione alla patologia cellulare e all'anatomia di Rudolf Virchow, ha anche una base fisiologica nell'"utilizzo" nel cervello dalla "vicinanza ICH" a "tutte le altre ampiezze", o nella cosiddetta "peregrinazione involontaria con svolta concentrativa". Questo esiste nel senso che le regioni delle cellule cerebrali si attivano alternativamente con una frequenza di 3 secondi/1 secondo, per essere in grado di assorbire efficacemente l'ossigeno disponibile nel cervello e poter rilasciare i loro materiali a propria volta (anche a causa della barriera del liquido cerebrospinale). Quindi, una pulsazione alternata tra l'assorbimento, il riempimento e il rilascio di sostanze, segnali, trasmettitori. Il fenomeno dei 3 secondi e la "peregrinazione involontaria con svolta concentrativa" è una sorta di "azione respiratoria" alternata delle cellule nervose. In confronto con i "compiti loro assegnati". Un'"oscillazione" tra gruppi di neuroni con elaborazione simultanea dei compiti.

I 3 secondi o il "secondo oscillante" sono indicati qui come "periodi di base ideali" nell'ambito di singole tolleranze più/meno. Una cosciente fase estesa o abbreviata di 3 secondi nella "vicinanza ICH" o in "tutte le altre ampiezze" o nella "peregrinazione involontaria con svolta concentrativa" ("secondo oscillante"), pertanto, causa o può causare una sotto-alimentazione delle cellule nervose, o attivare effetti sul sistema limbico o altri sistemi di elaborazione (questo non è un giudizio negativo o positivo).

- Il fenomeno dei 3 secondi e "secondo oscillante"

- l'emigrazione di cellule della matrice durante la crescita del cervello

- la portata del flusso sanguigno in relazione all’alimentazione e all’eliminazione di  cellule nervose e

- la differente affinità delle cellule cerebrali con gli ormoni, per esempio il testosterone 

devono essere inclusi nella ricerca delle cause della sindrome "altamente infettiva" (nuovo: irregolarmente autistica) dell’anatomia del comportamento.

 

Descrizione di input-output CLBASEI

 

cortical-limbisch-basale-amplification-stimulation-emission-of
Idea-input-output

A questo proposito, ancora come introduzione: Conclusioni relative alle caratteristiche della crescita della struttura cerebrale, definite dalla patologia cellulare di Rudolf Virchow.

"Neuropatologia Clinica" a cura di Jorge Cervós-Navarro e Ron Ferszt

Georg Thieme Verlag Stoccarda  New York 1989"1. Disturbi dello sviluppo e danno cerebrale neonatale di Ron Ferszt e James Nelson: Il normale cervello maturo dei neonati e i criteri di immaturità" pag. 3 Prima colonna Secondo paragrafo - Inizio citazione:

"La valutazione istologica della matrice periventricolare presenta numerosi problemi. Il tessuto è molto ricco di cellule e principalmente occupato da elementi con nuclei rotondi con citoplasma scarso e nuclei ipocromatici più o meno marcati. Nel mezzo, ci sono vasi sanguigni con pareti molto delicate e spesso piccole fuoriuscite di sangue. Si tratta di cellule della matrice (cellule germinali, cellule neuroepiteliali), dal terzo sistema al ventricolare, che si dispongono in strati attorno al sistema ventricolare nel 3° e 4° mese fetale.

La comparsa di neuroni e glia dalle porzioni laterali della matrice periventricolare è associata alla differenziazione delle cellule nervose e alla loro emigrazione lungo la corteccia cerebrale. I neuroni migranti solitamente non sono in grado di dividersi, a differenza dei glioblasti, che sono leggermente più piccoli e mantengono la capacità di dividersi più a lungo. "Una gran parte delle cellule della matrice sono ridondanti, cioè molte degradano come parte dei "processi di selezione", poco conosciuti finora, e solo alcune raggiungono la corteccia cerebrale, per maturare lì in neuroni definitivi". Fine della citazione.

Quindi vorrei esprimere le seguenti considerazioni. Le cellule della matrice "restanti"(neuroni!) che non migrano verso la corteccia o non muoiono, rimangono nell'ambiente, "limbico" e "basale". In generale, "la significatività clinica" di queste "eterotopie e anomalie strutturali simili" classificate come "microdisgenesi" è controversa" (Neuropatologia Clinica Thieme 1989 pag.13 Seconda colonna Primo paragrafo" Disturbi della migrazione ").

A mio parere queste cellule potrebbero essere attive nel loro ruolo di neuroni. Anche se sono molto meno numerose rispetto alle cellule della corteccia, la loro particolare localizzazione anatomica fornisce biologicamente alcuni vantaggi in considerazione della loro esistenza. Nella mia descrizione: le caratteristiche della vita, la cellula, la "patologia cellulare" di Rudolf Virchow, sono necessariamente argomento di analisi sociologica e di comportamento degli esseri umani. Queste "cellule della matrice" (neuroni) sono esseri viventi in uno spazio anatomico e associate al fattore temporale e, quindi, alla loro crescita.

Vale a dire, prima di tutto - raggiungono la "sede" più rapidamente dei neuroni della corteccia e possono quindi iniziare a lavorare prima, in secondo luogo sono - in una posizione migliore per quanto riguarda alimentazione ed eliminazione, in terzo luogo - possono avere un contatto diretto con aree cerebrali, a differenza delle cellule della corteccia.

1. La capacità dei neuroni, che rimangono nella matrice o nei dintorni, di iniziare a "lavorare" prima, può corrispondere alla loro funzione e possono essere collegati con altri neuroni attraverso l'assone e i dendriti. Le cellule della matrice rimanenti possono quindi connettersi direttamente ai neuroni della matrice vicini E ai neuroni presenti nei dintorni, con cui i neuroni della corteccia non possono connettersi in questo modo. Da questo deriva una specie di dominanza con l'ambiente dei neuroni della matrice. 

I "neuroni nei dintorni" dei neuroni della matrice sarebbero quindi i neuroni della regione limbica e basale del cervello.

descrizione anatomica della regione della matrice:

Citazione relativa alla scoperta delle cellule della matrice e della regione da "Il terminale insulare del cervello adulto dell'uomo - Friedrich Sanides - dal Journal per la ricerca cerebrale Volume 3 Quaderno 2/3 1957 – da 243 a 273 – pagina 273 bibliografia completa; pagina 244 Paragrafo 4 /5 (!) Inizio della citazione: "Il compito principale di questo lavoro dovrebbe essere quello di mostrare formazioni insulari di tre aree topograficamente diverse, il corpo amigdaloideo, il nucleus accumbens e la stria terminalis, identiche in modo tale che non solo la presentazione della loro struttura sia simile, ma che ciò contribuisca anche ad un substrato comune, ovvero una sezione di matrice comune del telencefalo. Corpo amigdaloideo è un termine usato per qualsiasi piccola area del nucleo cellulare debolmente fissata, che riempie lo spazio tra il complesso principale dell'amigdala e lo strato basale….. La seconda area topografica esaminata, il nucleus accumbens, collega ventralmente la testa del nucleo caudato al putamen…

Il termine stria terminalis è usato per definire le strisce del ventricolo laterale confinanti con il nucleo caudato medioventrale, che segnano anche il confine con il talamo". Fine della citazione (!)

Pagina 272 Sezione 3/4/7 (!) Inizio della citazione: "L'origine di tutti questi isolotti e aste cellulari da un substrato comune, la sezione matrice della parte mediale del ganglio secondo Kodoma (cresta mediale in Johnston, coscia mediale nel caso di Kappers) potrebbe essere dimostrata. Quindi, anche negli adulti è dimostrato un nucleo di accompagnamento della stria terminalis, "letto" della stria terminalis secondo Johnston.

Le isole sono costituite da cellule più piccole delle piccole cellule striatali. Potrebbero essere classificate in tre fasi di differenziazione, cellule gamma 1,2,3.